Implantologia – Sono un candidato per impianti dentali?

Sono un candidato per impianti dentali?

Come capire se la nostra problematica è trattabile con gli impianti dentali.
Un’aspetto importante dell’implantologia moderna e della sua continua evoluzione è che oggi le tecniche messe a punto rendono chiunque, necessiti di sostituire un dente mancante, in quasi la maggior parte dei casi un candidato all’inserimento di un impianto!
La nostra tecnologia avanzata nella costruzione degli impianti, l’utilizzo di materiali sempre più performanti, avanzati programmi informatici di progettazione e Implantologi altamente qualificati, rendono oggi l’implantologia raelmente alla portata di quasi la totalità dei nostri pazienti.

Idee sbagliate e luoghi comuni
L’età è spesso un fattore che spinge alcune persone ad evitare di avere impianti dentali.
Tuttavia, persone di ogni età, giovani, anziani o di mezza età possono sottoporsi in tutta tranquillità ad interventi di implantologia dentale.
Gli impianti dentali possono essere posizionati negli adolescenti che hanno perso uno o più denti per cause accidentali o all’opposto in età avanzata, anche a novanta anni si può sorridere con una serie nuova di zecca di denti belli e non rimovibili!
Molti pazienti sono portati a credere che non sono candidati agli impianti dentali a causa della mancanza di sufficiente volume osseo nella mascella necessario a sostenere questi dispositivi.
Anche in questo caso i nostri implantologi sono in grado di collocare con attenta e precisa angolazione quattro impianti dentali nelle regioni della mandibola che contengono naturalmente un maggior volume osseo, anche i pazienti edentuli affetti da malattia parodontale possono ricevere una riabilitazione orale con l’implantologia.

Impianti dentali: chi ne ha bisogno?
Chiunque perda da adulto dei denti che sia uno o diversi, in qualsiasi fase della loro vita, è un possibile candidato per gli impianti dentali.
Anche in casi molto critici, laddove il riassorbimento osseo e l’atrofia ossea è in stato avanzato si può intervenire con l’aiuto di un intervento chirurgico durante il quale l’implantologo effettuerà un innesto d’osso, necessario dopo un periodo di guarigione, a supportare le nuove radici di titanio.